Categoria Mirrorless

Mitakon Speedmaster 50mm F0.95 per Leica M: annunciato per 799 dollari

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

ZY Optics ha annunciato l’arrivo del nuovo obiettivo Mitakon Speedmaster 50mm F0.95 per Leica M che promette prestazioni elevate a un prezzo abbordabile (rispetto a un corrispettivo Leica). Il tutto condito da un design pensato specificatamente per le fotocamere del brand tedesco che differisce, almeno in parte, dalla versione per Canon EF annunciata a Luglio dello scorso anno.

leica m

Mitakon Speedmaster 50mm F0.95: le caratteristiche tecniche

Il nuovo Mitakon Speedmaster 50mm F0.95 utilizza un design ottico con 11 elementi suddivisi in 8 gruppi. Si può notare in questo caso una differenza nella struttura visto che le altre versioni hanno uno schema con 10 elementi suddivisi in 7 gruppi mentre la soluzione per Canon EF ha 12 elementi suddivisi in 6 gruppi. Il produttore cinese scrive che questa modifica “porta definizione e nitidezza elevate anche alla massima apertura”. Nella versione per Leica M sono presenti poi due elementi ED e uno HR permettendo anche un migliore contrasto.

leica m

Per quanto riguarda il diaframma, l’apertura massima è pari a f/0.95 mentre quella minima è di f/16 e prevede una struttura con nove lamelle. Il controllo dell’apertura è silenzioso e senza scatti così da essere più fluido durante l’utilizzo. La minima distanza di messa a fuoco è pari a 1 metro e non è presente la messa a fuoco automatica ma solamente manuale (anche se c’è piena compatibilità con il sistema a telemetro). L’angolo di visione è di 46,7°.

leica m zy optics

Le dimensioni del Mitakon Speedmaster 50mm F0.95 sono pari a 75 x 88 mm mentre frontalmente sono utilizzabili filtri da 75 mm. Il peso complessivo invece è di 675 grammi. Quest’ottica è disponibile per l’ordine sul sito Web del produttore con un prezzo ufficiale di 799 dollari nelle versioni con colorazioni argento o nera.

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Sony Alpha A1: la nuova regina dello sport. 50 megapixel a 30 fps

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

Dopo l’arrivo sul mercato di Canon EOS R5 in molti hanno spostato gli occhi su Sony, per capire quale sarebbe stata la mossa del marchio che per primo ha creduto nel settore delle mirrorless full frame, creando il segmento e sostenendolo con forza nei suoi primi anni.

La risposta di Sony è ‘The One‘, incarnata dalla nuova Sony Alpha A1, che porta ancora più in alto la top di gamma del colosso giapponese e che scava nuovamente un solco nei confronti della concorrenza, con un prodotto che si presenta con caratteristiche senza precedenti. Lasciano a bocca aperta la raffica alla massima risoluzione a 30 fotogrammi al secondo, che fanno passare in secondo piano la possibilità di registrare filmati 8K a 30p e 4K 120p. 50,1 megapixel a 30 fps: basterebbe questo dato per capire la portata della novità di casa Sony. Una raffica che può arrivare a 155 RAW compressi e 165 JPEG in quanto a profondità.

I dati sono talmente tanti che è difficile metterli tutti in ordine. Il cuore della fotocamera è costituito da un sensore Full Frame Exmor RS retroilluminato e di tipo stacked, con memoria integrata, di nuovo design, con nuovo otturatore elettronico studiato per minimizzare la distorsione dei soggetti ad alta velocità. Il sensore è montato su un sistema di stabilizzazione a 5 assi da 5,5 stop.

Il nuovo otturatore elettronico promette ‘Zero Distorsion’, ma anche di porter scattare senza problemi di banding in contesti indoor e per la prima volta anche con i flash (flash sync a 1/200s), aprendo così nuove possibilità all’utilizzo della raffica per riprendere sport all’interno di palazzetti e in contesti con luci artificiali. Anche l’otturatore meccanico è stato ridisegnato e grazie a un sistema Dual Drive permette di raggiungere Syncro Flash a 1/400s in full frame e a 1/500s in formato ridotto APS-C.

Inserendosi nel solco tracciato da Alpha A9, anche la nuova α1 permette di scattare alla massima velocità di raffica (30 fps) senza blackout nel mirino. Mirino elettronico basato su un pannello OLED da 9.44 milioni, che lavora a 240 fps, per una resa da mirino ottico e latenza non percepibile. Il display posteriore è basculante, touch, ha diagonale da 3″ e risoluzione da 1.440.000 punti.

Un duro lavoro è quello demandato al processore Bionz XR per quanto rigurda l’autofocus, per tenere il passo delle prestazioni di raffica. Anche qui i tecnici giapponesi hanno lavorato sodo, con un sistema in grado di lavorare a 120 cicli al secondo per il calcoli di AF e AE. Sono ben 759 i punti AF a rilevamento di fase selezionabili, con una copertura del 92% del fotogramma e con un’area capace di Face e Eye detection maggiorata. Sony ha lavorato per migliorare ancora le funzioni Real Time Eye AF, utilizzabili sia in fotografia, sia in video (anche in 8K), e sia su soggetti umani sia su una ampia gamma di animali. L’autofocus dichiara una sensibilità fino a -4 EV.

Unendo risoluzione e velocità, la nuova A1 è una soluzione che gioca carte di peso anche in ambito video, grazie alla possibilità di registrare in 8K a 30p e di registrare con in 4K 120p 10 bit 4:2:2 sia in Long-GOP sia in Intra (All-I). I video 4K sono registrabili anche in modalità ritaglio Super 35mm, in questo caso operando un oversampling a 5,8K. I video 8K sono registrati in oversampling a 8,6 K e momerizzati in formato XAVC HS 4:2:0. Tutti questi dati vanno scritti da qualche parte e, come portato al debutto su A7S III, anche su questa fotocamera troviamo un doppio multi slot per schede di memoria SD (UHS-I/II) e schede CFexpress tipo A, che unisce flessibilità, retrocompatibilità e massima velocità nel caso di utilizzo del più recente e performante formato. Su uscita HDMI è possibile inoltre estrarre un flusso video RAW a 16 bit. Come sulle cineprese professionali di casa Sony troviamo le opzioni S-cinetone e Creative Look. Come già visto sulle ultime uscite, è possibile avere impostazioni separate tra foto e video, grazie ai due menu indipendenti.

A livello di sensibilità ci si può muovere tra ISO 100-32.000 in foto e video e attivare in fotografia la modalità estesa da ISO 50 a ISO 102.400. Sony dichiara una gamma dinamica che supera i 15 stop.

Come già visto sulla seconda generazione di Alpha A9 II, Sony ha tenuto decisamente in considerazione le esigenze dei fotografi che lavorano su campo e dato molto spazio alle possibilità di connessione. Abbiamo una presa LAN Ethernet integrata, una USB-C 3.2 da 10 Gbps e la possibilità di scatto in tethering via Wi-Fi grazie al supporto allo standard ac (con i 5 GHz) e alle antenne 2×2 MIMO integrate. Inoltre con la porta USB è possibile sfruttare la connessione 5G degli smartphone Xperia, che inviare le foto in redazione o alle agenzie anche senza fili in modo super rapido. Per queste situazioni Sony ha integrato anche un formato Light JPEG, per diminuire il peso dei file, oltre al formato ad alta efficienza a 10 bit HEIF.

Tutte queste caratteristiche, ma che prezzo? Qui certamente arriva la nota dolente, visto che la fotocamera sarà disponibile sul mercato dal prossimo mese di marzo a un prezzo di listino di €7.300. Un posizionamento certamente molto alto, ma che da un lato non vuole mettere fuori mercato prodotti molto validi come Alpha A9 e la Resolution Beast A7R IV, e dall’altro non vuole nemmeno andare a pestare i piedi alle cineprese professionali del brand giapponese. Inoltre va considerato che l’attuale regina tra le fotocamere sportive, Canon EOS 1-D X Mark III, ne costa 7.639,99 di listino, per cui la nuova Sony Alpha A1 può risultare addirittura concorrenziale.

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Irix 45mm f/1.4 GFX è l’obiettivo per le medio formato Fujifilm

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

Irix 45mm f/1.4 GFX è il nuovo obiettivo che punta a essere un’alternativa alle ottiche di Fujifilm del sistema medio formato GFX. Una soluzione che punta sull’apertura del diaframma e su una lunghezza focale (equivalente) di circa 35 mm per conquistare gli utenti. Il tutto poi è unito alle caratteristiche dei modelli Dragonfly che significa l’utilizzo di metallo rinforzato (magnesio) con elementi in materiale composito. Questo permette all’ottica di essere resistente e le guarnizioni in cinque zone permettono di resistere alle condizioni atmosferiche avverse.

irix lens

Le caratteristiche dell’Irix 45mm f/1.4 GFX

Il nuovo Irix 45mm f/1.4 GFX ha un design ottico che prevede 11 elementi suddivisi in 9 gruppi ed è compreso anche una lente asferica, un elemento ED e quattro HR. L’apertura massima è pari a f/1.4 mentre quella minima è pari a f/22 mentre il diaframma è formato da nove lamelle che dovrebbero permettere di ottenere uno sfumato con circolare intorno ai punti luce.

irix lens fujifilm

Frontalmente è possibile installare filtri da 77 mm di diametro, le dimensioni sono pari a 87 x 144 mm mentre il peso tocca 1,12 kg. Il campo di visione è pari a 62,64° mentre la messa a fuoco è manuale e la distanza minima di messa a fuoco è pari a 40 cm.

fujifilm

Tra le possibilità di controllo ci sono un anello dedicato all’apertura del diaframma mentre per la messa a fuoco si può agire su un anello che ruota fino a 170° (ed è presente uno switch, Focus Lock, che blocca la la rotazione). Il prezzo ufficiale nel negozio on-line per questo Irix 45mm f/1.4 GFX è pari a 845 euro anche se attualmente non è disponibile. All’interno della confezione sono presenti una tappo frontale, due tappi posteriori, una scatola rigida e un paraluce.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Fotocamere Sony: qualcosa di ”mai visto” in arrivo il 26 Gennaio

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

Il produttore nipponico ha presentato qualche giorno fa il nuovo obiettivo FE 35mm F1.4 GM ma le novità non sono finite! Infatti con un teaser Sony ha annunciato l’arrivo di una novità “mai vista” nel campo delle fotocamere e che potrebbe essere la nuova A9 di cui tanto si è parlato nei mesi scorsi. Si tratterebbe di una concorrente di Canon EOS R5 e che punterà a diventare la regina degli 8K tra le fotocamere mirrorless.

Il 26 Gennaio sarà il momento di Sony A9 III?

Non sappiamo ancora come si chiamerà ufficialmente né se sarà lei al centro dell’annuncio. Non sarebbe così improbabile pensare che Sony A9 III possa effettivamente arrivare in questo momento, proprio per dare agli utenti un’alternativa a EOS R5 che sta vendendo bene, secondo i vertici dell’azienda.

sony a9

In precedenza si era parlato dell’inizio del 2021 o addirittura al CES 2021 (quest’anno in un’edizione on-line per la pandemia). La società nipponica avrebbe però scelto un annuncio lontano dalle fiere per concentrare al massimo l’attenzione dei media e degli utenti.

I rumors puntano su un sensore da circa 50 MPixel di risoluzione con Sony A9 III che sarà parte A7S III e parte A7 III/IV ma appunto, permettendo anche la registrazione 8K30p. Ci potrebbe essere un nuovo schermo che potrà ruotare come nel caso di A7S III così da essere più semplice da utilizzare durante le riprese. Chiaramente non sappiamo se sarà effettivamente questo il prodotto della presentazione, ma gli indizi sono molti.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Leica M10-P Reporter è l’edizione limitata con rivestimento in Kevlar!

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

Sembrava ci potesse voler meno tempo per il lancio di Leica M10-P Reporter: ora finalmente ci siamo! La nuova edizione limitata del brand tedesco è ufficialmente disponibile con la sua particolare struttura che si basa ovviamente sulla tecnologia implementata in M10-P, che rimane un punto di riferimento per il mercato nonostante l’arrivo della nuova M10-R. Ecco le informazioni ufficiali.

leica m10-p

Leica M10-P Reporter: tanto Kevlar per il corpo macchina

Qual è l’idea dietro la nuova edizione limitata Leica M10-P Reporter? La sua nascita si deve al 40° anniversario del Leica Oskar Barnack Award ed è pensata per essere un omaggio ma anche una fotocamera durevole grazie ad alcune modifiche rispetto alla soluzione originale.

Secondo quanto riportato dalla società, questa nuova “Reporter” ha una nuova calotta e il fondello che hanno una colorazione colore verde scuro con una verniciatura resistente ai graffi. Inoltre, come scritto sopra, il rivestimento è in Kevlar con una struttura tale da essere anche più semplice da maneggiare in condizioni difficili.

leica

Una curiosità è quella che esponendola alla luce solare (e più precisamente ai raggi UV) la trama in Kevlar diventerà del colore del resto del corpo macchina e quindi sempre tendente al verde. Anche le incisioni sono verniciate in verde chiaro, così da essere leggibili ma non eccessivamente impattanti alla vista. Sempre Leica scrive “un aspetto discreto è particolarmente importante quando si frequentano aree a rischio” con un rimando alle fotografie in scenari di guerra.

leica m10-p

Come detto, Leica M10-P Reporter condivide la base con le altre M10-P. Quindi al suo interno troviamo un sensore full frame da 24 MPixel di risoluzione e la capacità di arrivare a una sensibilità di 50.000 ISO. Il tutto unito alla potenza di elaborazione del processore Maestro II mentre l’otturatore è particolarmente silenzioso. Essendo un’edizione limitata, sono in vendita solo 450 unità a livello globale con un prezzo, in Italia, pari a 8025 euro per il solo corpo macchina.

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Canon EOS R5: la società voleva battere la concorrenza sugli 8K

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

Perché inserire in una fotocamera la possibilità di registrare fino a una risoluzione di 8K? Per battere la concorrenza ovviamente, ed è per questo che Canon EOS R5 può farlo! La motivazione è emersa dalle parole di Takeshi Tokura (Managing Executive Officer della divisione Imaging globale) durante un’intervista in Giappone.

canon fotocamere

Canon EOS R5 doveva battere la concorrenza

Come sappiamo, la decisione di inserire la capacità di registrare fino a una risoluzione di 8K in una fotocamera mirrorless senza raffreddamento attivo e sigillata ha portato qualche problema e più di una perplessità tra recensori, utenti e fotografi/videomaker professionisti.

Tokura ha dichiarato in merito alle potenzialità nella registrazione video “non credo che gli utenti focalizzati sui video stiano guidando la reputazione di questo nuovo prodotto. Tuttavia, ero particolarmente esigente riguardo alla specifica relativa all’8K e sono entusiasta di essere arrivato per primo, prima di altre società”. Pur non facendo nomi, il riferimento potrebbe essere diretto a Sony che però potrebbe presto rispondere con un nuovo modello.

Nonostante le prime impressioni negative rispetto alla registrazione 8K, in parte corrette con l’arrivo di nuovi firmware, Canon EOS R5 ha dimostrato di essere un prodotto apprezzato (in particolar modo in Cina). L’alto dirigente, pur dicendosi dispiaciuto che alcuni utenti abbiano atteso anche tre mesi per poter avere la propria fotocamera, si è detto soddisfatto della richiesta.

Infatti Tokura ha dichiarato che “è stata più popolare del previsto”. Ha poi aggiunto che “non solo il corpo macchina ma anche gli obiettivi per mirrorless full-frame stanno crescendo costantemente, e sento che questo mostra la solidità della serie R”.

canon

Il motivo? Ci sarebbero tre ragioni per il successo commerciale. La prima sono le prestazioni elevate che possono garantire Canon EOS R5 e EOS R6 rispetto alla precedente generazione di mirrorless full-frame. Anche tempistica di lancio è stata importante: nonostante la pandemia che ha afflitto il 2020, Canon ha lanciato i suoi modelli proprio nel momento della ripresa. Infine l’idea che i modelli con il numero “5” nel nome siano quelli che portano nuove funzioni, cosa che accadeva anche prima delle mirrorless e gli utenti hanno quindi grandi aspettative.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Canon potrebbe lanciare la mirrorless professionale nella seconda metà dell’anno

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

Con l’inizio del nuovo anno sono arrivate anche nuove speculazioni su quelle che saranno le novità nel settore fotografico. Sappiamo che prossimamente Fujifilm presenterà tra le altre cose, anche la nuova GFX 100S, ma anche Canon e gli altri produttori non staranno a guardare! Proprio per quanto riguarda Canon, sono emerse negli scorsi giorni nuove informazioni su quella che dovrebbe essere la sua strategia.

canon

Le novità di Canon per il 2021, secondo i rumors

Sappiamo che il mondo delle fotocamere sta guardando decisamente in direzione delle fotocamere mirrorless. Per questo non è strano pensare che la prossima fotocamera professionale, che si affiancherà alla EOS-1D X Mark III, sarà una soluzione mirrorless.

Attualmente la conosciamo come Canon EOS R1 ma il nome è ovviamente soggetto a modifiche (si tratta di un rumors del resto). La pandemia ha imposto un cambio dei piani da parte dei produttori, nessuno escluso e in generale i piani futuri sono ancora poco stabili e soggetti a variazioni.

canon

Sembra però che la mirrorless professionale sarà annunciata comunque nella seconda metà del 2021. Non ci sono ancora molte informazioni in merito ed è quindi difficile capire cosa gli utenti potranno aspettarsi. Del resto ci sarà anche una nuova mirrorless ad alta risoluzione nel prossimo futuro e che si scontrerà con soluzioni come Sony A7R IV, già annunciata da tempo.

Ci saranno poi le nuove soluzioni APS-C che sostituiranno la gamma EOS M e che dovrebbero debuttare entro l’anno (e quasi sicuramente entro il periodo di Natale). Questo permetterà gli utenti di utilizzare le nuove ottiche RF anche senza la necessità di scegliere un sensore full-frame. Questo consentirà di risparmiare sul peso e forse anche sulle dimensioni.

Infine potrebbero esserci anche nuove soluzioni che si posizioneranno tra la gamma APS-C (RF) e sotto la EOS R6. Si tratterà sostanzialmente di nuove fotocamere che Canon annuncerà per sostituire EOS RP e EOS R puntando su un rapporto qualità/prezzo favorevole oltre che su un sensore full-frame.

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Stabili i dati di vendita delle fotocamere a novembre 2020

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

A inizio Dicembre dello scorso anno abbiamo scritto degli incoraggianti dati di vendita delle fotocamere a livello globale, grazie alle informazioni fornite dalla CIPA (la Camera & Imaging Products Association). Ora l’associazione ha rilasciato i nuovi dati che riguardano il mese di Novembre 2020, segnando un trend positivo, anche se non ancora completamente.

cipa novembre 2020

I dati di vendita delle fotocamere a Novembre 2020

Come avevamo evidenziato Dicembre, riferendoci ai dati di Ottobre 2020, l’andamento delle vendite di fotocamere era in decisa ripresa dopo il periodo di Maggio 2020, minimo storico nel periodo 2018-2020. Certo, le vendite rispetto agli scorsi anni sono comunque inferiori, ma quantomeno c’è stato un recupero che potrebbe portare in futuro a un (quasi) pareggio.

cipa 2020

Tornando ai dati della CIPA di Novembre 2020, rilasciati a Gennaio 2021, si può notare un andamento similare a quello degli anni precedenti. Il massimo è stato toccato a Ottobre 2020 ma Settembre e Novembre risultano comunque molto vicini. Lo stesso era accaduto anche nel 2019 e nel 2018.

Tra fotocamere con ottiche intercambiabili e quelle con ottica integrata, a vincere sono le prime recuperando più terreno rispetto al passato. Le seconde si mantengono comunque stabili. Come scritto sopra, considerando i numeri complessivi, non c’è ancora un pareggio con gli anni precedenti, tanto che a Novembre 2020 si è assistito a un calo delle spedizioni che sono arrivate al 72.8% rispetto al 2019 (se si guarda al valore invece si arriva al 93,2%).

Le mirrorless continuano a guadagnare terreno con le vendite che sono il 54,5% del totale (nel gruppo mirrorless è DSLR) quando nello stesso periodo di tempo nel 2019 erano al 46,3%. Inoltre è aumentato anche il guadagno medio che ora tocca il 71,1% (nel 2019 era il 61,5%). In generale significa che si compra leggermente meno ma che si spende mediamente di più.

Le vendite per unità hanno raggiunto quota 1,04 milioni di fotocamere a Novembre delle quali 278 mila erano DSLR mentre 387 mila erano mirrorless (circa 666 mila unità complessive tra quelle con ottica intercambiabile). Sarà interessante vedere i numeri di Dicembre 2020 che potrebbero portare per una volta a un pareggio, ma è ovviamente ancora presto per dirlo.

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Olympus E-M10 Mark III è la mirrorless più venduta in Giappone nel 2020

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

Non è la prima volta che parliamo dei dati di vendita in Giappone, grazie alle informazione rilasciate da BCN Retail che monitora le spedizioni dei vari modelli nello stato asiatico. Pur essendo una visione parziale del mercato, è comunque interessante sapere che, nel 2020, la fotocamera mirrorless più venduta è stata la Olympus E-M10 Mark III.

Olympus E-M10 Mark III cavalca le vendite in Giappone

Come scritto recentemente, con l’inizio del nuovo anno c’è stato il “passaggio di consegne” tra Olympus e JIP per quanto riguarda la gestione della divisione imaging, che comprende anche fotocamere e obiettivi. Questi però sono dati che riguardano il 2020 (dall’1 gennaio al 6 dicembre) e quindi il merito è comunque da attribuire alla precedente gestione.

C’è da notare che la classifica proposta da BCN Retail riguarda le mirrorless con obiettivo intercambiabile che sono comunque tra quelle più “di moda” e quindi comunque rappresentative delle vendite. Come detto, in prima posizione c’è la Olympus E-M10 Mark III in versione argento venduta in kit con le ottiche 14-42 mm e 40-150 mm.

Al secondo posto invece troviamo la Canon EOS Kiss M (da noi venduta come EOS M50) sempre venduta in kit, mentre al terzo posto l’Olympus PEN E-PL9. In generale, scorrendo la classifica si possono notare modelli che non sono tra i più recenti (la stessa Olympus E-M10 Mark III è del 2017 ed è già stata sostituita dalla Mark IV nel 2020).

olympus

Al quarto posto c’è per esempio la Sony A6400 con le posizioni successive che sono rappresentate dalle varianti colore degli altri modelli. Per trovare un nuovo modello bisogna arrivare in ottava posizione con la Panasonic Lumix GF9 mentre in nona posizione c’è la Nikon Z 50 e al decimo posto la Sony A6100. Interessante notare l’assenza di Fujifilm ma anche di soluzioni mirrorless full-frame che hanno probabilmente un costo ancora poco accessibile per diventare “di massa”.

Fonte: fotografidigitali.it

Leggi tutto

Olympus completa la cessione della divisione imaging a JIP: nasce OM Digital Solutions

Category: Mirrorless Comments: Nessun commento

Anno nuovo, nuova pagina scritta nella vicenda tra Olympus e JIP (Japan Industrial Partners). Come già scritto in precedenza, le due società nipponiche avevano raggiunto un accordo per la cessione della divisione imaging, che comprende la parte dedicata alle fotocamere, per l’1 Gennaio 2021. Adesso che siamo nel nuovo anno è arrivata anche la comunicazione ufficiale.

om-d olympus 2021

Olympus: la nuova realtà si chiama OM Digital Solutions Corporation

Proprio da poche ore è on-line il nuovo sito di OM Digital Solutions Corporation che sostanzialmente prenderà il posto di quella che era la precedente divisione imaging di Olympus. Come si può leggere, Shigemi Sugimoto (presidente e CEO della nuova realtà) ha dichiarato “ora siamo indipendenti da Olympus Corporation e abbiamo fatto un passo in avanti come OM Digital Solutions Corporation. Miriamo a contribuire alla realizzazione di vite soddisfacenti delle persone”.

olympus

Secondo quanto riportato, una parte del precedente organico sarà trasferito da Olympus a OM Digital Solutions. Saranno trasferiti i responsabili delle vendite, del marketing e della R&S. Inoltre la produzione sarà ancora affidata alla stabilimento che si trova in Vietnam e che opera dal 2008. Come già dichiarato in precedenza inoltre, OM Digital Solutions sarà responsabile di fornire assistenza ai clienti che hanno acquistato prodotti con il precedente brand. Il capitale è fissato a poco meno di 300 milioni di euro mentre i dipendenti sotto la nuova società saranno circa 2000 a livello globale.

Nella comunicazione si fa poi riferimento alle linee di prodotto che continueranno a esistere come OM-D, PEN e Zuiko. Inoltre si legge che “il lancio di questa nuova società riunisce una struttura organizzativa più mirata e flessibile. Andando avanti, ciò consentirà la libertà di esplorare nuove opportunità di business, consentendoci di contribuire alla società con più passione che mai”.

Sostanzialmente si tratterà di sfidare la concorrenza in un mercato particolarmente complesso in questi ultimi anni. Lo scopo di JIP sarà quello di fornire una base solida in termini di risorse per permettere a OM Digital Solutions di confrontarsi con gli altri brand. Quello che potrebbe essere considerato “un nuovo inizio”, pur con le radici che affondano nella storia della fotografia.

Fonte: fotografidigitali.it

Error thrown

Call to undefined function wp_pagenavi()