Narrazioni Anatomiche – fotografie di Veronica Muntoni

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

NARRAZIONI ANATOMICHE

La fotografia di Veronica Muntoni nasce dalla cura, dalla necessità di accogliere e preservare con gli occhi – dove le braccia non possono – una porzione di mondo sgradevole e reietta eppure preziosa.

Con uno sguardo talmente innocente da sembrare quasi scabroso, Veronica interroga i bordi del suo esistere, scandaglia una quotidianità autentica quanto difettata, arrangiata. Registra esistenze tenute insieme un po’ per forza, un po’ per caso e che, proprio in virtù di queste ostentate ammaccature, risultano disturbanti e profondamente poetiche.

Poetiche, si. La poesia imbrigliata nelle piccole cose, nelle pieghe sgualcite dei giorni. La poesia del fango e del vento.

La sensualità dell’infanzia, la mutazione del corpo dopo l’amore e la vita, l’imperfezione esasperata… tutto ciò di cui si parla controvoglia esplode nelle fotografie di Muntoni che diventano un atto di comprensione, accettazione e esaltazione delle infinite trame dell’esistere.

Il bianco e nero – sua cifra stilistica – non è sinonimo di opposizione, di giusto e sbagliato, ma un bagno materico in cui sembra di perdersi, come in una ballata dal ritmo lento e malinconico.

I neri bitume che ci inghiotte come certe strade imboccate per sbaglio o amori il cui abbraccio non si scioglie; i bianchi – pochi e mai veramente puliti – barlumi di speranza a ricordare che niente, niente nella vita è mai netto, mai detto, mai scontato e, soprattutto, mai perduto. – Sonia Borsato

VERONICA MUNTONI

Artista sarda, nasce e cresce a Villacidro con residenza attuale a Cagliari, la sua formazione artistica resta made in Sardegna si diploma al Liceo Artistico Foiso Fois di Cagliari e continua all’ Accademia di belle arti Mario Sironi di Sassari.

Artista pluridisciplinare, sceglie i propri mezzi espressivi in base le esigenze del momento non si considera una fotografa, per quanto sia il mezzo espressivo più utilizzato nei propri lavori e forse continuerà ad esserlo.

I propri scatti li definisce, pro memorie emozionali per il terrore di un domani insensibile.

Un auto rappresentarsi, ma mai in prima persona in cui i soggetti scelti ne rispecchiano il proprio stato emotivo e ne appagano il proprio senso estetico.

Il mezzo fotografico le permette di tradurre ciò che diversamente lei stessa non riuscirebbe a far emergere con chiarezza e spesso con sorpresa dal proprio inconscio.

La visione in Bianco e Nero spesso fortemente contrastata di questi racconti è legata strettamente alla propria ricerca la cui base è ”Il ricordo emotivo”, definiti da lei stessa (Azioni di rinvio),(Scatti di emozioni al momento non documentabili).

Attraverso le sue immagini trovano espressione le proiezioni inconsce, rimozioni , paure, angosce e desideri.

GALLERIA SPAZIORAW

GALLERIA – STUDIO E SPAZIO FOTOGRAFICO

SpazioRAW, galleria situata nel centro di Milano, ospita mostre e opere di fotografia, arte e videoarte; uno spazio che promuove fotografi e artisti affermati ed emergenti.

Oltre a essere uno studio fotografico è anche un soggetto, in continua evoluzione, che crea e promuove linguaggio visivo, iniziative e eventi legati alla fotografia.

Fonte: http://www.photographers.it/view_news.php?id=10860

Commenta con Facebook

Lascia una recensione

Sei il primo a commentare!

Notifica
avatar
wpDiscuz