Categoria Notizie sulla fotografia

Master SHOOT! Narrazione e Ricerca a cura di Lina Pallotta

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

Il corso SHOOT! Narrazione e Ricerca a cura di Lina Pallotta è rivolto a studenti che intendono dedicarsi alla realizzazione di progetti di documentazione contemporanea soggettiva. L’azione del corso muove da un interrogativo preciso: come trasformare in un racconto visivo le esperienze che viviamo?
Ogni singolo progetto sarà esaminato e valutato nella prospettiva di coniugare la narrazione formale più appropriata al tema, ad esempio documentario soggettivo, concettuale, story-telling, foto-diario.
La messa a fuoco dei contenuti e la visualizzazione del proprio personale punto di vista, sono finalizzati alla reale comprensione del soggetto prescelto attraverso la costruzione di vicinanza e connessione con il soggetto stesso
Il confronto collettivo in classe si incentrerà sull’analisi del ruolo delle immagini in relazione ai contesti comunicativi attuali, nonché dei loro elementi formali, sociali, politici, e sulla discussione delle problematicità e responsabilità legate alla rappresentazione visiva.
La sfida è la creazione di immagini che connettano la loro specificità visiva con un’impronta umana spiccata dove il fruitore sia invitato a entrare, partecipare e comprendere.Riconoscersi nelle proprie fotografie avvia quel processo di impianto soggettivo della narrazione, in cui l’autore non è più solo testimone della propria relazione con il mondo ma partecipa del caos che lo circonda.La metodologia di lavoro parte dall’analisi critica delle immagini prodotte, dalla discussione ampia e collettiva sul potenziale narrativo delle stesse, incanalando il confronto alla creazione della sequenza finale.
La visione critica dei lavori di autori affermati servirà ad ampliare la conoscenza del mezzo visivo e le possibilità contemporanee di uso e diffusione che offre.
Il ciclo di lezioni settimanali sarà arricchito da due workshop di un weekend, in cui gli studenti si confronteranno con alcune tra le più innovative personalità del mondo fotografico internazionale.
Nelle passate edizioni sono intervenuti Mathieu Asselin, Max Pinckers, Giovanni Del Brenna, Giuseppe Moccia, Laia Abril, Michela Palermo, Federico Clavarino, Tommaso Tanini, Adrienne Van Eekelen, Chiara Capodici, Fiorenza Pinna, Alex Bocchetto e Valentina Abenavoli di Akina Books, Maria Teresa Salvati e Allen Frame.
Il lavoro delle ultime lezioni sarà diretto alla produzione di una fanzine con i lavori degli studenti, curata insieme ad un ospite esperto del mondo dell’editoria fotografica.

Prima di iscriversi è consigliabile sostenere un colloquio in sede. Per informazioni e appuntamenti contattare la Segreteria of@officinefotografiche.org

https://roma.officinefotografiche.org/alta-formazione/shoot/

Fonte: http://www.photographers.it/view_news.php?id=11379

Leggi tutto

Master – Firma Visiva a cura di Augusto Pieroni

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

La “Visual Signature”, secondo il fotografo statunitense Ralph Gibson, è la proprietà centrale di ogni importante fotografo: è una firma, una marcatura che ogni autore lascia tra le fibre del proprio lavoro. Non è lo stile, non il soggettario, né la tecnica: ma un proprio specifico modo di guardare. Questo corso di alta formazione lavora sulla ricerca e l’affinamento della propria firma visiva, portando ogni corsista a non essere una variazione su un tema preannunciato, ma un unicum: di qualunque genere esso sia.

Il master opera su ogni singolo fotografo per affilare i suoi strumenti: mettendo alla prova le sue capacità di focalizzazione sul lavoro e di autocommittenza; definendo la sua voce caratteristica sia nel rapporto con la realtà che coi linguaggi fotografici; mettendo alla prova i suoi modelli di efficacia tecnica, estetica e concettuale; riconfigurando il suo rapporto con le idee e con le parole; mettendo a fuoco, insomma, tutti i lati dominanti e tutte le indecisioni.
Il carattere del corso può essere impietoso, ma è propulsivo: è un terreno di battaglia, ma anche una casa. Funziona come uno specchio perché aiuta a prendere consapevolezza profonda del proprie caratteristiche; funziona come parametro perché consente di avere una misura realistica di quanto ci separa dai diversi standard: quello delle aspirazioni personali e quelli dei diversi contesti nei quali vogliamo comparire; funziona, infine, come un orto dove il seme del proprio talento viene affondato, nutrito e accompagnato, senza evitare che gli eventi contrari, o la sua debolezza, ne frenino la crescita. Oltre alla continua attività di interscambio formativo col docente, suddivisa tra diverse attività, nella prima fase del master avranno luogo vari incontri con ospiti esterni. I loro profili sono stati scelti per l’originalità e l’inconfondibile contributo in discipline che risulteranno centrali, pertinenti e perfino trasversali.
Tra questi: Francesca Seravalle (critica e curatrice internazionale, visiting lecturer alla Southbank University di Londra e curator presso “Fabrica”); Gianluca Marziani (critico e curatore indipendente, direttore uscente del Museo di arte contemporanea Palazzo Collicola di Spoleto); Mario Cresci (figura di riferimento nelle arti fotografiche e sperimentali italiane, già direttore dell’Accademia Carrara di Bergamo e docente dell’Accademia di Brera). Nel fine settimana successivo alla sua lezione, Cresci terrà uno dei suoi leggendari workshop, incluso nell’offerta formativa del master.
Gli incontri con Augusto Pieroni saranno dedicati ad attività come la presentazione, da parte dei corsisti, di progetti fotografici già esistenti o l’analisi del loro profilo autoriale mediante la lettura dettagliata di un insieme di fotografie. La principale attività però sarà la costruzione da zero di un progetto personale del tutto originale e nuovissimo – sviluppato sotto la tutorship continuativa del docente – da curare in ogni suo aspetto fino all’output: sia in fase di stampa, sia di pubblicazione editoriale.
I posti sono a numero chiuso e per l’iscrizione sarà necessario presentare un breve dossier di opere realizzate e/o progetti portati a termine.

Per info: of@officinefotografiche.org

https://roma.officinefotografiche.org/alta-formazione/firma-visiva/

Fonte: http://www.photographers.it/view_news.php?id=11378

Leggi tutto

Master in Fotogiornalismo Contemporaneo

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

Il Master in Fotogiornalismo Contemporaneo è pensato per chi vuole specializzarsi nel fotogiornalismo e nella fotografia documentaria, possedendo già esperienza in campo fotografico e un buon livello tecnico.

La finalità principale del Master è lo sviluppo della capacità narrativa di ogni studente, lavorando sin dall’inizio alla creazione di un progetto individuale che possa introdurlo nel mondo del lavoro.
Una parte importante del Master sarà dedicata alla pianificazione, alla produzione ed alla finalizzazione del lavoro degli studenti, a partire dalla scelta della storia da raccontare arrivando alle varie possibilità di output adattato a pubblicazioni, mostre e web.
Il curatore del Master sarà affiancato da alcuni tra i migliori fotografi, curatori e editor, che seguiranno lo sviluppo dei progetti degli studenti, con revisioni periodiche.Tenendo presente la situazione del mercato e la sua futura evoluzione il Master prevede inoltre dei laboratori dedicati alla post produzione, alla stampa, alle riprese video e audio, al montaggio, alla scrittura.Tramite accordi specifici i lavori dei migliori allievi, una volta ultimati, vengono inoltre presentati alle Agenzie di riferimento.
Il Master in Fotogiornalismo Contemporaneo di Officine Fotografiche è stato fondato da Emiliano Mancuso nel 2012, e da lui curato fino all’edizione 2017-2018.
Per info: of@officinefotografiche.org
https://roma.officinefotografiche.org/alta-formazione/master-in-fotogiornalismo-contemporaneo-2/

Fonte: http://www.photographers.it/view_news.php?id=11376

Leggi tutto

Scuola Biennale di Fotografia

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

La Scuola Biennale di Fotografia è rivolta a coloro che intendono avere una formazione completa, teorica, tecnica e critica, in fotografia, nel contesto dell’arte contemporanea. Obiettivo della scuola biennale è fornire allo studente gli strumenti essenziali per intraprendere un percorso artistico autonomo.
L’impegno di studio è da intendersi a tempo pieno. Il programma prevede lezioni frontali e laboratori durante tutta la settimana, con docenti del calibro di Augusto Pieroni, Maurizio G. De Bonis, Lina Pallotta, Samantha Marenzi, Massimo Siragusa, ed interventi di importanti personalità della fotografia europea.
Durante gli orari di lezione, la scuola mette a disposizione degli studenti l’attrezzatura di sala posa e di camera oscura, compresi i materiali consumabili per la camera oscura, computer Mac per i laboratori in aula digitale, e l’attrezzatura di medio e grande formato per le esercitazioni che si terranno durante i due anni di corso.
Gli allievi saranno coordinati dai docenti per i programmi dei singoli corsi, le prove pratiche di laboratorio (quando previste) e gli approfondimenti teorici o tecnici. Il fine è sviluppare nello studente uno spirito critico che gli consenta di ideare e progettare in maniera autonoma i propri lavori fotografici, finalizzandoli alla realizzazione di mostre, libri, opere multimediali, e più in generale progetti d’arte.
La Scuola Biennale di Fotografia assicura una formazione di oltre ottocento ore in due anni, con i migliori professionisti e insegnanti. Gli studenti si troveranno immersi in un ambiente vivace che è diventato un punto di riferimento per la fotografia in Italia, e approfitteranno delle occasioni che offre un centro poliedrico come Officine Fotografiche, con l’organizzazione annuale di due festival di fotografia, mostre, workshop, presentazioni editoriali, collaborazioni con altre istituzioni italiane ed estere, e una serie di attività formative gratuite dedicate ai suoi soci.
Al termine del primo anno di corso è previsto un esame propedeutico al passaggio all’anno successivo. Terminato il biennio lo studente dovrà sostenere un esame con una commissione esterna di alto profilo, al superamento del quale sarà rilasciato un attestato di merito.
Prima di iscriversi è necessario sostenere un colloquio in sede. Per informazioni e appuntamenti scrivete a didattica@officinefotografiche.org

https://roma.officinefotografiche.org/alta-formazione/scuola-biennale-di-fotografia-generale/

Fonte: http://www.photographers.it/view_news.php?id=11374

Leggi tutto

Fujifilm presenta Instax MiniLink

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

Quella delle piccole stampanti portatili sta diventando una vera e propria passione per molti, inoltre sono gli unici oggetti che ancora permettono di fare un regalo ad un amico: non solo la stampante in sé ma soprattutto la fotografia che ne esce. Fujifilm, che da sempre ha un occhio di riguardo per la fotografia Instant, propone quindi la nuova Instax MiniLink, una piccola stampante a caldo portatile che comunica con qualsiasi altro device via wireless..persino con le fotocamere delle serie X-T e GFX.

Fujifilm Instax MiniLink funzione tramite l’omonima nuova app (scaricabile sia da Google Play che da App Store), pesa solo 200 grammi e permette di stampare wireless le immagini scattate da uno smartphone connesso. Fino a qui nulla di nuovo, è una comune stampante portatile Z-ink come tante in circolazione. La novità però è nel design (MiniLink ha vinto il premio Good Design Award 2019) ma soprattutto nelle funzionalità. In primis sono presenti nuove feautures quali Party Print – che crea un’unica stampa a partire dalle foto inviate via smartphone da un massimo di cinque utenti, Video Print – per stampare un singolo frame da un video e Match Test – che verifica la compatibilità con un amico o una persona speciale e la stamperà come percentuale sull’immagine. Ma la cosa più utile di Instax MiniLink è sicuramente la possibilità di utilizzarla come comando remoto per lo smartphone: utilizzando l’app dedicata si potrà fare zoom-in rivolgendo verso il basso il lato del tasto di accensione centrale, fare zoom-out rivolgendolo verso l’alto e per scattare una foto basterà premere il tasto di accensione della stampante.

Fujifilm Instax MiniLink è già disponibile in tre colori differenti (Dusky Pink, Ash White e Dark Denim) ad un prezzo di € 119.

Fonte: http://www.fotografia.it/DettaglioNewsTecnica/21937/2019-10-03-fujifilm-presenta-instax-minilink.aspx

Leggi tutto

Z50, la prima mirrorless Nikon in formato DX

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

Era nell’aria da qualche tempo e anche noi ne avevamo parlato su queste pagine ed era anche l’unica che mancava all’appello, ora però Nikon toglie il velo ufficialmente alla prima DX con innesto Z: Nikon Z50. Questa nuova piccola mirroless inaugura quindi un nuovo segmento per l’azienda giallonera ma soprattutto ne completa l’offerta delle “senza specchio” digitali.

Nikon Z50 ha dimensioni più compatte rispetto a Nikon Z6 e Z7 ed un imprinting più amatoriale, come si evincce facilmente dalla presenza di un flash pop-up proprio sopra il mirino. La mirrorless è dotata di un sensore APS-C CMOS da 21 Mpxl (simile a quello presente sulla D500) con AF da 209 punti a rilevamento di fase sul sensore, una raffica da 11 fps, registrazione video 4K 24/30p con modalità slow motion a 120 fps (solo Full HD) e mirino EVF con pannello Oled da 2.360.000 punti. Rispetto a Z6 e Z7, manca qui la stabilizzazione a sensore che invece è demandata alle ottiche. Curioso il display da 3.2″, basculante verso il basso.

Il corpo, più leggero di quello delle sorelle Full Frame, è resistente a polvere ed intemperie, la batteria ha un’autonomia di circa 300 scatti e può essere ricaricata tramite la porta micro USB posta a lato della calotta.

I prezzi ufficiali per il mercato italiano non sono ancora stati comunicati, ma sarà venduta in tre declinazioni: solo corpo, con il nuovo Z DX 16-50mm f/3.5-6.3 VR e con il nuovo Z DX 50-250mm f/4.5-6.3 VR.

Fonte: http://www.fotografia.it/DettaglioNewsTecnica/21946/2019-10-10-z50–la-prima-mirrorless-nikon-in-formato-dx.aspx

Leggi tutto

CAPTURE ONE 12 DI PHASE ONE – WORKSHOP CON GIANLUCA CATZEDDU

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

Capture One si propone come alternativa a Lightroom o Camera Raw di Photoshop per una parte del flusso di lavoro del fotografo: la funzionalità dello scatto remoto, la catalogazione e la gestione dell’archivio fotografico e le opportunità avanzate di correzione del colore. Nel corso verranno affrontati questi aspetti e l’integrazione di questo software con la successiva fase di post-produzione nel più tradizionale Photoshop.

::: PROGRAMMA :::

Come Capture One può gestire i contenuti: le Sessioni e i Cataloghi, le differenze fra le 2 modalità operative.
Gestione delle anteprime e principali preferenze, importazione delle immagini in Capture One.
Cenni sullo scatto remoto e principali settaggi, la logica delle cartelle Acquisizione, Selezione, Output e Cestino.
Strumenti di editing, classificazioni, etichette e parole chiave. Carrellata sulle varie possibilità di visualizzazione.
Lo sviluppo in Capture One, scelta del profilo e delle curve fotocamera.
Le regolazioni della sezione Colore: Il bilanciamento del bianco, strumento normalizza, bilanciamento colore, bianco e nero ed utilizzo dell’editor colore e della sezione incarnato.
Le regolazioni della sezione Contrasto: Esposizione, Curve, HDR e Chiarezza.
Affinamento del raw: rumore, nitidezza, gli strumenti di ritaglio e prospettiva.
Uso dei livelli in Capture One le varie opzioni di mascheratura.
Creazione ed affinamento delle maschere, la nuova maschera di luminosità in Capture One 12.
Procedure ed esempi di sviluppo applicate a varie situazioni fotografiche.
Integrazione con Photoshop ed altri software esterni.
L’esportazione: Utilizzo e creazione delle Formule, settaggi e gestione delle esportazioni multiple.

::: SEDE :::

I workshop di Fucine Collettive hanno sede presso il nuovo centro di formazione professionale Universo Foto

Via Ponte all’Asse, 2 – Sesto Fiorentino (FI)

::: COSTO :::

160 € (+ 10€ di tessera associativa ordinaria Fucine Collettive 2019)

::: PER ISCRIZIONI :::

Gianluca Catzeddu – Gestione delle immagini e correzione colore con Capture ONE 12 di Phase One

::: PER INFO :::

foto@fucinecollettive.org | + 39 391 7624626

::: DOCENTE :::

GIANLUCA CATZEDDU

Dopo il Master in Fotografia Professionale nel 2001, intraprende l’attività di fotografo realizzando varie campagne pubblicitarie e cataloghi. Dal 2005 diventa Adobe Certified Expert per Photoshop e fa parte degli AdobeGuru, il gruppo di esperti ufficiali in ambito Digital Imaging, svolgendo in tutta Italia attività di dimostrazione software, seminari e vari tour di lancio dei prodotti Adobe.
Opera come docente di fotografia digitale collaborando con alcune associazioni nazionali e con varie scuole come Scuola Romana di Fotografia, John Kaverdash e Raffles a Milano ed Areadomani a Genova.
Come post-produzione, fra le varie realizzazioni da citare, 3 campagne pubblicitarie internazionali commissionate dall’agenzia Contrasto per il brand “Jacob Cohen”, lavorando le foto del noto fotografo Elliot Erwitt.
Collabora per la post produzione con la fotografa Monica Silva, per opere esposte nel settembre 2014 a San Paolo in Brasile e per la campagna pubblicitaria EICMA 2016, la fiera del Ciclo e Motociclo.
Ha curato la post-produzione di alcune immagini presenti nel RedBull Content Pool, scattate dal fotografo Mauro Puccini. Con lo stesso fotografo ha inoltre collaborato nel 2017 alla realizzazione di una campagna social per ADIDAS.

Certificazioni
Adobe Certified Expert Photoshop CS, CS2, CS3, CS4, CS5, CS6, CC

www.gianlucacatzeddu.com

Fonte: http://www.photographers.it/view_news.php?id=11377

Leggi tutto

TOUR FOTOGRAFICO ENGADINA D’AUTUNNO SULLE TRACCE DI GIOVANNI SEGANTINI

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

Giovanni Segantini è stato un pittore di origini trentine che nelle sue opere ha interpretato in chiave assolutamente personale il Divisionismo italiano, un linguaggio artistico molto particolare che ricerca nell’aura di magia l’interpretazione della realtà del tempo. Il trittico della natura nasce dagli studi sul paesaggio legati al fallito progetto di Segantini di portare all’ Esposizione internazionale di Parigi del 1900 un’enorme rappresentazione panoramica dell’Engadina con tutti i principali paesi della valle. Nonostante i tre anni di lavoro febbrile, l’opera rimase incompiuta per la morte del pittore nel 1899 a soli 41 anni.

Le tre enormi tele, sul tema La Vita, La Natura, La Morte, conservate presso il museo Segantini di Saint Moritz, hanno come sfondo rispettivamente lo scenario montano di Soglio, il crepuscolo dallo Schafberg ed il paesaggio invernale dal passo del Maloja che noi visiteremo per fotografare con le luci migliori.

Programma e dettagli

1° giorno

Ore 10:00 Arrivo dei partecipanti presso Hotel Piuro

Trasferimento in auto in Engadina e sessione fotografica in valle del Fuorn e a Sils stupende località della vallata che ha ispirato il pittore

Pranzo al sacco

Nel pomeriggio dopo il pranzo visita del gradevole borgo di Soglio e ultima sessione fotografica di fronte al Monte Badile, Cengalo e le Sciore come raffigurati in uno dei famosi quadri del trittico.

Attenderemo le luci più belle della sera per poi scendere a valle e rientrare a Piuro

Cena in crotto tipico e pernottamento in hotel

2° giorno

Dopo colazione e briefing

Trasferimento in auto alla funicolare Muottas Muragl (la più ripida delle Alpi) diverse sessioni fotografiche da un punto di vista eccezionale.
Muottas è stato un luogo molto amato dal pittore.

Da Muottas la mattina si gode di una meravigliosa vista sulle Alpi Retiche e il massiccio del Bernina. Avremo molto tempo a disposizione per analizzare e studiare le luci e le forme del paesaggio. Sarà possibile per chi vuole cimentarsi anche nel disegno a matita.

Pranzo al sacco.

Pomeriggio discesa in funicolare e rientro verso Piuro. Durante il rientro ci fermeremo lungo i laghi e in alcuni spot molto interessanti per la fotografia di paesaggio.

Ora termine programma prevista 17:00

Organizzeremo gli spostamenti cercando di raggrupparci per ottimizzare i viaggi in auto. Le attività in quota non prevedono trekking e si svolgono su terreno controllato e facile.

Per chi vuole è possibile imparare alcune tecniche di disegno a matita. Un esercizio utile che ci aiuta a osservare con attenzione i dettagli. Scopri perché in questo articolo

Possibilità di partecipare dal venerdì mattina con ritrovo a Lugano al MASI per la visita della mostra “Sublime Luce e paesaggio intorno a Giovanni Segantini”. (http://www.masilugano.ch/it/806/sublime) Costo del biglietto 20 Franchi.

Ci occupiamo noi della prenotazione in hotel, resterà solo da saldare il proprio soggiorno in reception. Il programma prevede il pernottamento all’Hotel Piuro di Piuro vicino Chiavenna (SO). L’hotel offre il pacchetto Bed&Crotto in camera singola al prezzo di 75€ a persona al giorno in camera singola escluse bevande. Possibilità di pernottamento in camera doppia condivisa con altro partecipante a 65€ trattamento Bed&Grotto.
Vi chiediamo di indicarci in fase di prenotazione nel messaggio eventuali intolleranze e richieste particolari.

Master del tour:

Mirko Sotgiu e Cesare Martinato

Temi e finalità

Finalità del tour è di realizzare immagini efficaci, evocative e comunicative dei luoghi famosi per il “Trittico delle Alpi” di Giovanni Segantini.

Comprendere e imparare a pre-visualizzare prima di realizzare un’immagine fotografica.

Studio delle luci e forme nel paesaggio alpino.

Uso dei filtri fotografici quando sono realmente richiesti.

INFO SUL SITO DI TREKKING FOTOGRAFICI

Fonte: http://www.photographers.it/view_news.php?id=11375

Leggi tutto

Nikon Z50 è ufficiale: sensore DX da 20,9 megapixel, Eye-AF e due zoom

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

Dopo aver debuttato con le sue mirrorless full frame poco più di un anno fa, ora Nikon mette sul piatto anche una fotocamera mirrorless di fascia più accessibile Nikon Z50, basata su un sensore in formato DX (la denominazione giallonera per il sensore APS-C da 23.5 x 15.7 mm) da 20,9 megapixel. Assieme alla macchina fotografica Nikon svela anche due obiettivi, NIKKOR Z DX 16-50mm f/3.5-6.3 VR e il NIKKOR Z DX 50-250mm f/4.5-6.3 VR.

Fonte: https://www.fotografidigitali.it/news/nikon-z50-e-ufficiale-sensore-dx-da-20-9-megapixel-eye-af-e-due-zoom_84872.html

Leggi tutto

Eizo Foris Nova : il primo monitor 4K HDR con pannello OLED per Eizo

Category: Notizie sulla fotografia Comments: Nessun commento

Il nuovo pannello da 21,6 prodotto da JOLED per EIZO offre risoluzione 4K (3840×2160 pixel), 60Hz di refresh rate, colore a 10-bit e offre una copertura di circa l’80% del gamut BT.2020. EIZO dichiara supporto HDR ai formati HDR10 e HLG, ma con un picco di luminosità che si ferma a 330 nit. Il pannello è lo stesso che equipaggia anche il monitor Asus PQ22UC da 22 pollic

Fonte: https://www.fotografidigitali.it/news/eizo-foris-nova-il-primo-monitor-4k-hdr-con-pannello-oled-per-eizo_84726.html

Leggi tutto